Organizzare un giro d’Italia in treno

Partenza da Milano per viaggio d'Italia in treno
Lo leggi in 4 minuti

Da anni desideravo organizzare un viaggio in treno in Italia e raggiungere quei luoghi che ancora non avevo visitato. Il 2020 mi è sembrato l’anno perfetto, così sono partita per un tour d’Italia, spostandomi esclusivamente con il treno regionale o intercity.

In questo articolo condivido con te come ho organizzato un viaggio di 3 settimane in treno, visitando 8 città ad agosto 2020.

In particolare, troverai:

  • Come ho definito le tappe e l’itinerario
  • Organizzazione delle tappe e scelta dell’alloggio
  • Com’è stato viaggiare durante la pandemia
  • File excel con i dettagli del viaggio da scaricare
  • Le storie di viaggio

Definizione dell’itinerario

L’aspetto organizzativo di un viaggio mi diverte sempre un casino!

Inizialmente ho provato a studiare i siti ufficiali del turismo delle varie regioni per capire dove valesse la pena fermarsi. Totalmente inutile. Sembra ormai banale ripetere quanto l’Italia sia ricca di luoghi interessanti. Tuttavia, quando si approfondisce veramente e ci si scontra con questa ricchezza, si rischia davvero di esserne sopraffatti.

Ho lasciato perdere questa strada e mi sono concentrata sulle città più famose che conosco e che non avevo ancora visitato. Quindi, Excel alla mano, ho fissato le mete che non volevo assolutamente perdere. Desideravo visitare Ravenna per ammirare i mosaici, non ero mai stata al Conero e nemmeno ai Sassi di Matera. Adoro i film di Virzì, non potevo quindi saltare Livorno! Inoltre, ho pensato fosse l’anno giusto per vivere città che solitamente sono invase dal turismo di massa, come Napoli e Roma.

Organizzazione del viaggio

Le tappe

Una volta stabilite le prime tappe, ho controllato tempi e costi degli spostamenti, oltre alla durata dei viaggi, per capire come ottimizzare i tempi e quali potessero essere le tappe intermedie.

Ecco cosa ne è venuto fuori:

Ho cercato di viaggiare la mattina presto per approfittare di qualche ora di sonno in più, vagoni meno affollati, puntualità e prezzi più bassi. Devo dire che ha funzionato quasi sempre, eccetto per le tratte Milano-Ravenna e Genova-Milano. Un altro accorgimento utile che cerco sempre di includere è viaggiare in settimana, evitando il weekend e i festivi.

Fissate le città di Ravenna, Ancona e Matera, ho aggiunto Bari. I collegamenti Ancona-Bari sono comodi e veloci, non avevo mai visitato il capoluogo pugliese e avrei potuto vedere un’amica, oltre al fatto che è comoda per raggiungere Matera in treno. Inoltre, grazie ai consigli dell’host, sono riuscita ad aggiungere al tour, sempre in treno, Monopoli, Polignano e Ostuni.

Per arrivare a Matera in treno è necessario utilizzare il servizio delle Ferrovie Appulo Lucane. Il viaggio dura meno di 2 ore e il biglietto è acquistabile online. La parte che ha richiesto più ricerca è stata da Matera alla costa Jonica.

Viaggio in treno in Italia, tappa a Matera

L’idea era trovare un appartamento economico, in Basilicata o in Calabria, vicino ad una stazione dei treni per rilassarmi un po’, prima di ripartire per la seconda metà del viaggio. Non conosco la Basilicata e gli orari degli autobus nei giorni vicini a Ferragosto sembravano impossibili. Non potevo nemmeno tornare a Bari, avrei perso molto tempo. Fortunatamente ho scoperto che Flixbus copre tantissime tratte da Matera alle principali città del sud, centro e nord Italia. Con 3,99 Euro sono arrivata a Taranto e da lì ho preso la Jonica.

A Cariati ci sono arrivata perché ho trovato un appartamento economico nel borgo storico e vicino alla stazione. La soluzione ideale per lavarmi tutti i vestiti e farmi 3 giorni di mare, yoga e letture. Alla fine, mi sono ritrovata ai piedi della Sila su un trattore!

Colline nei dintorni di Cariati

Da Cariati ho ripreso la Jonica per raggiungere Reggio Calabria. Qui ho visitato il Museo Archeologico e il borgo marinaro di Scilla. Ho trovato i collegamenti in treno lungo la costa ridotti ma efficienti; è possibile raggiungere facilmente i paesi della costa tirrenica, tra cui Tropea.

Da Reggio Calabria è stato molto semplice raggiungere Napoli, Roma e infine Livorno. Dopo la tappa livornese avevo previsto di fermarmi una notte a Genova. Appena arrivata a Genova è scoppiato un temporale e ho così deciso di tornare a Milano.

L’alloggio

Una volta acquistati i biglietti dei treni, ho cercato le soluzioni per il soggiorno, scegliendo tra hotel e ostelli, affittacamere e CouchSurfing. Ogni scelta mi ha portato a vivere esperienze uniche e a conoscere persone fantastiche.

Inizio sempre la ricerca da CouchSurfing, pubblicando un viaggio pubblico e scrivendo direttamente agli host. Qui spiego come funziona. Se non trovo host disponibili, passo agli ostelli e agli affittacamere. Per ottenere il miglior prezzo è sempre bene chiamare direttamente la struttura; prenotando tramite OTA o aggregatori infatti, il prezzo può essere più alto e spesso non è possibile beneficiare di servizi extra gratuitamente.

Sono riuscita a fare Couch a Bari, Roma e Livorno, ho scelto l’affittacamere a Ravenna e a Napoli, a Matera ho dormito in ostello e ad Ancona in hotel.

Viaggiare durante la pandemia

Essendo il 2020 un anno molto particolare, ho preferito organizzare e prenotare tutto in anticipo per evitare cambi di programma legati alla situazione sanitaria, come l’impossibilità di prenotare mezzi e strutture per questioni di capienza massima. Inoltre, ho potuto acquistare i biglietti a prezzi inferiori rispetto al last minute.

Per quanto riguarda i viaggi, ho trovato molto soddisfacente la qualità degli spostamenti in treno, soprattutto dalla Puglia a Roma. Scegliendo di viaggiare la mattina presto, i vagoni non erano quasi mai affollati e sono riuscita a raggiungere diverse città velocemente. Per quanto riguarda la sicurezza, solo a Taranto hanno misurato la temperatura, prima di prendere la Jonica.

Infine, l’esperienza in CouchSurfing è stata davvero positiva anche in Italia; mentre l’ostello è stato il peggiore. Mi è dispiaciuto notare come uno degli unici ostelli ai Sassi di Matera tenesse così poco alla sicurezza degli ospiti: cimici da letto e camerate senza sistemi di ricambio d’aria.

Il viaggio in un file Excel

Qui trovi il file con tutte le informazioni che ho raccolto sul viaggio, prezzi compresi. Ho ricontrollato e, laddove possibile, aggiornato i dati ad aprile 2021.

Le storie di viaggio

L’8 agosto 2020 sono partita all’alba dalla stazione di Milano e ho iniziato il tour!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.