Viaggi in solitaria – si è davvero da soli?

Spiaggia Hanshun Germania
Lo leggi in 4 minuti

“Che fai da sola tutto il tempo?” – “Non ti annoi?” – “Viaggiare da soli è pericoloso?” queste sono solo alcune domande più frequenti che mi vengono poste quando racconto dei miei viaggi. In questo articolo ti racconto perché può essere davvero impossibile stare da soli viaggiando in solitaria (a meno che tu non lo voglia davvero, ma questa è un’altra storia), condividendo tutti i modi che conosco per fare amicizia in viaggio.

1. Le Social App

Online puoi trovare diverse piattaforme che ti permettono di fare amicizia in viaggio, sia con i locali che con altri viaggiatori. Ecco quelle che conosco:

Couchsurfing

Utilizzare CouchSurfing, la piattaforma di ospitalità più famosa al mondo, è un ottimo modo per conoscere le persone del luogo che stai visitando o intendi visitare. Non devi necessariamente dormire a casa di qualcuno oppure ospitare, puoi semplicemente “socializzare“, incontrando qualcuno con i tuoi stessi interessi per un giro della città, un’uscita serale o un’escursione. È anche possibile partecipare ad un evento, spesso organizzato dai locals, oppure avviare un hangout.

In questo modo ho conosciuto Ciprian a Bucarest, con cui non solo mi tengo in contatto ma ci incontriamo non appena possibile, Vanessa a Milano, diventata decisamente un’amica, Christoph di Vienna, con cui ho scoperto condividere la stessa passione per il brutalismo e molte altre persone con cui spesso condivido idee e valori. Ho scritto un articolo su come funziona CouchSurfing nel dettaglio. Lo trovi qui.

BeWelcome

BeWelcome è una valida alternativa a CouchSurfing ed è totalmente gratuito. Anche i filtri per cercare persone più in linea con i tuoi interessi sono quasi uguali; qui c’è qualche caratteristica in più, come la possibilità di offrire un pasto. Da quanto ho compreso, molti sono passati a BeWelcome dopo che CouchSurfing ha deciso di richiedere un piccolo contributo. Mi sono iscritta e intendo provarla non appena possibile!

2. Partecipa agli eventi

Puoi cercare eventi ed escursioni su CouchSurfing ma anche su Facebook oppure online. Banalmente, puoi cercare un bar che organizza “English Café”, eventi in cui si possono incontrare sia locali che expats, entrambi lì per parlare inglese e conoscere gente nuova, oppure qualcosa di più specifico sul sito meetup.com.

3. Scegli l’ostello

Viaggiando da soli è facilissimo fare amicizia in ostello perché c’è sempre qualcun altro che sta viaggiando in solitaria come te. Che sia in camerata o negli spazi comuni, troverai qualcuno con cui fare due chiacchiere e magari visitare assieme la città o uscire la sera per una birra.

In più, gli ostelli promuovono gli eventi locali tematici (un classico è il “Pub Tour”) e le escursioni, sia in città che nei dintorni, offrendoti l’occasione di conoscere nuove persone e vivere un’esperienza assieme.

Un tempo anche su Airbnb si potevano trovare host interessati nel trascorrere del tempo assieme; purtroppo, almeno in base alla mia esperienza, è sempre più raro ma non impossibile. Nel 2020, durante il mio tour d’Italia in treno (trovi l’articolo qui), ho conosciuto diversi host AirBnB con cui ho passato dei momenti davvero piacevoli!

4. Free Walking Tour

Spesso ho incontrato persone che non sapessero dell’esistenza di questi tour gratuiti nelle principali città. Si tratta di vere visite guidate di 2-3 ore che paghi solo alla fine del tour, in base a quello che ti senti o puoi offrire. Solitamente sono molto interessanti perché le guide sono locali e sanno darti un punto di vista autentico, oltre ad utilizzare modalità diverse per raccontarti la storia della città. A Sofia, ad esempio, la guida ci fatto impersonare personaggi del passato per raccontarci la storia del paese oppure a Belgrado la guida ci ha offerto la rakija, un superalcolico tradizionale che può essere considerato come la grappa o la vodka, a fine tour.

Online, cercando “Free Walking Tour + nome della città“, trovi le informazioni sul punto di incontro e le eventuali modalità di prenotazione. Anche gli ostelli sanno sicuramente darti indicazioni.

Anche qui ho quasi sempre conosciuto qualcuno. Basta semplicemente avvistare un’altra persona solitaria, avvicinarsi e chiedere di dov’è durante le passeggiate da una tappa all’altra. Il resto viene da sé.

L’incontro che ricordo sempre con piacere è con Jules, un francese, e Patrick, un tedesco, anche loro in giro per i Balcani in solitaria. Dopo il tour siamo andati a pranzo, poi al Red Flat, una casa-museo che racconta la vita di tutti i giorni durante il comunismo (un luogo interessantissimo e ben organizzato) e poi ci siamo incontrati nuovamente dopo cena per degustare la rakija insieme.

5. Escursioni

Puoi prenotare un’escursione di gruppo tramite Airbnb experience, Withlocals, TripAdvisor oppure dei tour di gruppo online e presso agenzie di viaggio locali. Questa modalità è quella che personalmente preferisco di meno perché il mio solito schema è: partecipare al Free Walking Tour per apprendere la storia della città e del paese che sto visitando e poi visitare ciò che interessa a me con i miei tempi. Sicuramente in futuro vorrò visitare luoghi che possono essere costosi o pericolosi da raggiungere da soli (banalmente, non farei mai da sola un’escursione nel deserto) e mi affiderò ad un tour organizzato. Ad ogni modo, può essere un’occasione anche per conoscere persone.

Conclusione

Questi sono i modi che conosco per fare amicizia durante un viaggio in solitaria. Se ci pensi, 5 modi diversi sono davvero tanti per una vacanza di una settimana, “rischi” di uscire tutte le sere 🙂 Tengo a precisare che viaggiando da soli è sempre bene tenere gli occhi aperti e fidarsi dell’istinto. Questo non significa avere paura di chi si potrebbe incontrare, ma avere il controllo della situazione, ad esempio, rimanendo in zone centrali o già visitate e non bere troppo. Condividerò quali sono le mie esperienze e consigli in un articolo a sé.

Conosci altri modi per fare amicizia in viaggio? Condividilo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.